Degustatio Praecox

by

tirabuscio-foto-tratta-dal-web

Capita talvolta di aprire una bottiglia e rimanere spiazzati dal suo profilo organolettico. Capita per vini giovanissimi non ancora “pronti”, più spesso per quei vini stipati per lungo tempo: il naso arranca “muto”, il sorso pare avere qualche problema, talvolta disarmonico, può darsi pesante.

Attenzione! Prima della cattiva idea di sparare a zero talvolta basta aspettare un po’, a certi vini basta davvero poco per rivelarsi invece pienamente espressivi. Qualcun’altro farà un po’ più fatica, e allora bisognerà dargli più tempo, anche un giorno o due se necessario. E’ così che si nutre la passione, così ci si rifà la bocca su preconcetti e pregiudizi.

© L’Arcante – riproduzione riservata 

Annunci

Tag: , , , , , , , , ,

Una Risposta to “Degustatio Praecox”

  1. Mondelli Francesco Says:

    Giusto.Inoltre vorrei aggiungere che pare ormai ampiamente dimostrato e ,modestamente anche da osservazioni personali,che il vino ha una curva evolutiva durante il corso degli anni in cui è in affinamento per cui la stessa bottiglia è diversa se assaggiata ad esempio a gennaio o ad ottobre.Infine ,ma ciò mi sembra alquanto opinabile,qualcuno parla anche della suscettibilità delle bottiglie all’influsso della luna in quanto il vino sarebbe migliorel quando questa è piena.Ad ogni buon conto sarebbe sempre opportuno non sparare subito ad alzo zero al primo assaggio se non altro per l’impegno e il lavoro che sta dietro ad ogni bottiglia di vino.FM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: