Il vino, il web, l’Ais al tempo di internet

by

Naturalmente non ho nessuna intenzione di sottoporvi un trattato a riguardo delle polemiche degli ultimi giorni sulle varie faccende che stanno scuotendo l’Ais e movimentando non poco il nostro piccolo mondo web di enostrippati (cit).Però non si può non notare, viste le frequentazioni, come si sia scatenato un bailamme assurdo su ciò che è o non è opportuno far passare in rete nell’era del 2.0, con al centro la beneamata Associazione Italiana Sommeliers e il “nostro” Antonello Maietta.

Così seppur apparisse controversa, una semplice scelta di non avvalersi più della collaborazione giornalistica di Franco Ziliani, pur valida e puntuale, ha rischiato di finire in uno scontro epico fra titani prima che, dopo aver smosso mari, monti e coscienze, l’animato confronto s’è presto rivelato chiarito e foriero di argomenti migliori.

Poi quelli di Intravino  – oh, sempre loro! – hanno colto in fallo una a dir poco scellerata campagna promozionale Ais rilanciata con una certa superficialità su fb, nonostante si trattasse, dicono, di vecchio materiale d’agenzia tra l’altro non autorizzato. Poi il Corsera, nel giorno del debutto del suo wineblog c’ha messo pure del suo, scatenando tra l’altro l’ira della stimata giornalista Laura Rangoni che in un suo successivo post non s’è fatta per niente saltare la mosca al naso. Così oggi, sul sito dell’Ais, a firma del presidente Maietta, è arrivato l’ennesimo colpo scena: “anche l’Ais si dissocia”, minacciando querele. Quelli di Intravino però – ancora loro! –  non ci stanno, e rilanciano. Come andrà a finire?

Di certo il cattivo gusto di certe uscite, e certe scelte comunicative, almeno quello, lasciatecelo sottolineare. Anche perché certe stravaganti idee alla fine vengono pagate anche grazie alla “nostra” quota familiare che ogni anno, più o meno puntualmente, facciamo recapitare alla beneamata di Viale Monza a Milano.

Un’altra cosa però è chiara, e qui mi permetto di aggiungere “condivisibile al cento per cento”: sarebbe bene, o quantomeno opportuno, che prima di prendere certe posizioni così nette, mal non farebbe verificarne attentamente le fonti direttamente con gli interessati. Compreso però ciò che l’Associazione Italiana Sommeliers consente di fare col proprio marchio, e ancor più, con il suo buon nome. Poi si sa, nell’era del 2.0 tutto corre velocemente. A volte, a quanto pare, troppo anche per gli aggiornatissimi organi collegiali dell’Ais.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , ,

5 Risposte to “Il vino, il web, l’Ais al tempo di internet”

  1. laura rangoni Says:

    Angelo, mi permetto di linkare la mia posizione in merito, visto che sono diventata il capro espiatorio di tutto…
    http://laura-rangoni.blog.espresso.repubblica.it/pane_al_pane/2012/01/una-precisazione-sulla-campagna-ais.html

  2. Angelo Di Costanzo Says:

    Laura, è più che chiara, tra l’altro nel leggerti mi sono accorto che mi è venuto spontaneo quasi ripetere un tuo stesso passaggio nel post. Un caro saluto.

  3. Luca Says:

    E’ chiaro che si possono prendere le cantonate, sopratutto sulle fonti, ma si gira sempre intorno allo stesso punto: questa agenzia è o no la creative agency dell’ais? Aveva si o no pubblicato quelle foto?
    Rispondendo a queste domande si verifica automaticamente l’attendibilità della fonte, giornalisticamente parlando.
    Un saluto

  4. Paolo Mangiafuoco Says:

    Quanto si toccano i tasti giusti si riesce sempre a tirare fuori qualcosa di buono. L’importante è non esagerare, mai.

  5. Stile libero Says:

    Certe discussioni si potevano tranquillamente evitare, ma si sa, quello che fa audiense in rete è la polemica e lo scontro, non certo il confronto. Il successo di certi personaggi d’altronde a cosa è dovuto se non alla mera vocazione polemica dei loro scritti?

    Saluti di buon anno caro mio L’Arcante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: